Spedizione standard gratuita sopra i 97€ di spesa

Miele Biologico? Sostenibile?
No, è Hunang.

Per noi la sostenibilità è una cosa seria e non è fatta solo di slogan pubblicitari. Ecco perchè 30 anni fa è nata Apis Naturae. Per fare in modo che ogni persona potesse mangiare lo stesso miele che le api producono da millenni in natura.
Senza nessun compromesso.

ABBIAMO COLLABORATO
O SIAMO APPARSI SU

Il buongiorno si vede da quando vuoi Hunang.

Il miele può essere consumato non solo a colazione ma in tantissimi modi e momenti differenti. Perché la differenza è la tua forza.

Preparare una gustosa merenda.

Preparare una dolce merenda da gustare davanti l'ultima puntata della tua serie tv preferita è un momento magico. Magari accompagnata dal pane caldo appena sfornato e una morbida coperta sulle tue gambe. Riappropriarsi di queste sensazioni è ciò che Apis Naturae desidera più di ogni altra cosa. Perché la felicità è fatta sopratutto di tanti piccoli gesti quotidiani.

Mentre giochiamo a casa con i nostri figli.

La sostenibilità non è fatta solo di minor spreco e migliore gestione delle risorse. Ma è sopratutto gioco e divertimento. Tuo figlio sa quanto è importante passare del tempo di qualità con i suoi genitori. E lo sa così bene che quei momenti non se li scorderà per tutta la vita. Compreso i colori, i sapori e i profumi di quei giorni fantastici.

Tentare di superare il nostro ultimo record.

Il miele è un alimento eccezionale, soprattutto nei momenti di sforzo e di calo di energia. Sia che tu stia facendo una camminata o una corsa in mezzo alla natura o affrontando una importante riunione di lavoro lui è sempre li con te a supportarti. E a farlo soprattutto con tanta dolcezza.

Hunang non è una medicina.

Il miele viene spesso utilizzato da molte persone come medicina naturale. Non esiste alcuna evidenza o riscontro scientifico che attesti le sue miracolose proprietà farmaceutiche.
Perciò vuoi un consiglio? 
Compra quello che ti piace di più.

Hunang è "soltanto" un alimento straordinario.

Un grande mito da sfatare è che il miele abbia al suo interno vitamine, proteine e sali minerali in quantità. Non è assolutamente vero.

Il 96% del miele è composto da acqua e da una miscela di zuccheri, di altissima qualità e digeribilità.

Al suo interno ha delle sostanze, come l'enzima glucossidasi, che fanno bene al nostro organismo e che lo aiuta a superare gli stati influenzali.

Non stai acquistando
un miele ma un metodo
per salvare il pianeta.

Prenditi solo 5 minuti per leggere queste informazioni. Ti promettiamo che faranno la differenza nei tuoi acquisti.

Il miele non è tutto sano e "naturale".

Moltissime persone pensano che il miele sia tutto "sano e naturale". Invece non è proprio cosi. Perché ciò che fa davvero la differenza è ciò che l'apicoltore fa all'interno del proprio allevamento.

Come c'è differenza tra un pollo che vive all'aria aperta e uno che vive in un piccolo spazio mangiando tutto il giorno, c'è differenza tra un'ape che raccoglie il proprio nettare in luoghi incontaminati e un'ape costantemente nutrita artificialmente e curata dall'apicoltore con l'uso di acaricidi di origine chimica.

No ibridi. Solo api locali.

Gli apicoltori che allevano sottospecie non autoctone o ibridi devono uccidere tutte le loro regine al massimo ogni 4 anni. Noi invece alleviamo e selezioniamo solo api locali perché oltre ad essersi evolute naturalmente nel nostro territorio, sono più resilienti ai cambiamenti e alle malattie.

E lo facciamo così seriamente che siamo certificati dall'Albo Nazionale delle api Italiane.

Tutto ciò che sai sul miele è sbagliato.

Ti ricordi le favole che ti raccontavano da bambino sulle api?

L'apicoltura come la conosciamo oggi è esattamente il contrario. Molto intensiva, con apicoltori che utilizzano api ibride per produrre una maggior quantità di miele, spostando gli alveari anche per migliaia di chilometri, curando alcune malattie con acaricidi di origine chimica.

Se sapessi queste cose mangeresti ugualmente miele? L'ape prima di un animale da reddito è un animale selvatico che permette la tua sopravvivenza. E quella di tutto il pianeta.

Tutto a mano. Come si faceva una volta.

I nostri mieli vengono prelevati a mano dagli alveari, portati in laboratorio ed estratti per forza centrifuga. Subito dopo vengono inseriti a mano dentro dei contenitori alimentari in acciaio inox e lasciati riposare per qualche settimana. Finito questo processo il miele è pronto per essere invasettato a mano e portato a casa tua senza nessuna trasformazione.

Quello che mangi è lo stesso che le api avrebbero utilizzato per loro. Come solo la natura avrebbe fatto.

Non utilizziamo la plastica. Da sempre.

Nel biologico è vietato l'utilizzo della plastica tranne che per le arnie in polistirolo [finalmente saranno abolite dopo tante discussioni solo a Gennaio 2021].

La nostra azienda è stata fondata nel 1980 e da allora non ha mai utilizzato arnie in materiale plastico ma solo esclusivamente in legno e verniciate solo all'esterno con vernici naturali atossiche Springcolor©.

Soluzioni semplici ma efficaci.

Abbiamo scelto il vasetto ispirandoci alle api perchè: a parità di peso occupa meno spazio rispetto agli altri vasi nel mercato, è più resistente e ha un tappo più piccolo.

Abbiamo creato un'unica etichetta riducendone le dimensioni ed eliminando il sigillo, rispettando sempre i parametri di legge.

  • Spreco eliminato di alluminio del 24%

  • Spreco eliminato di carta del 29%

* I dati sono stati ricavati confrontandolo con un modello molto utilizzato nel mercato e di uguali capacità: il vaso "america" 314 e tappo ø70. Vedi vaso →

Il 10% per il pianeta.

Il 10% di ogni acquisto che effettuerai all'interno del nostro shop sarà devoluto per il futuro delle nuove generazioni e della nostra casa: il pianeta.

Il 5% verrà devoluto all'associazione Resilient Bee nata con un unico grande obiettivo: creare una rete di apicoltori custodi delle api selvatiche per studiarle e salvarle dalla crisi climatica, malattie e dalla mancanza di biodiversità.

L'altro 5% verrà devoluto ad altre importanti associazioni di rigenerazione delle foreste e delle comunità dei paesi in via di sviluppo.

Cosa perderai non acquistando Hunang.

Non acquistando perderai la possibilità di utilizzare tutte le risorse in nostro possesso, la nostra voce e il nostro business per affrontare la crisi climatica. Perchè da soli è dura ma insieme ce la possiamo fare.

https://www.apisnaturae.com/prodotti/14-hunang-castagno

Castagno

12,7 € / 1 vasetto

stai donando 1,27€ a vasetto ad associazioni di rigenerazione ambientale e sociale. Salva il pianeta.
https://www.apisnaturae.com/prodotti/15-hunang-erica

Erica

12,7 € / 1 vasetto

stai donando 1,27€ a vasetto ad associazioni di rigenerazione ambientale e sociale. Salva il pianeta.
https://www.apisnaturae.com/prodotti/16-hunang-tiglio

Tiglio

12,7 € / 1 vasetto

stai donando 1,27€ a vasetto ad associazioni di rigenerazione ambientale e sociale. Salva il pianeta.
https://www.apisnaturae.com/prodotti/17-hunang-melata

Melata

12,7 € / 1 vasetto

stai donando 1,27€ a vasetto ad associazioni di rigenerazione ambientale e sociale. Salva il pianeta.
https://www.apisnaturae.com/prodotti/18-hunang-collezione-da-6

Collezione Hunang

68 € / 6 vasetti

stai donando 6,8€ a scatola ad associazioni di rigenerazione ambientale e sociale. Salva il pianeta.

FAQ / Vuoi farci una domanda?

Per chi è il miele Apis Naturae?

Per chiunque abbia come valore fondamentale la sostenibilità ambientale e sociale. Oggi non può più esistere un business che utilizza tecniche e processi che vanno a distruggere il nostro pianeta e a sfruttare le comunità. Oltre ad essere eticamente deprorevole, non ce lo possiamo più permettere.

Perché dovrei comprare il vostro miele con così tanti produttori nel mercato?

Noi siamo la prima azienda in Italia nel settore apistico ad aver aderito alla certificazione bio 30 anni fa. Questo oltre a portarci grandi privilegi ci consegna nelle nostre mani grandissime responsabilità. Soprattutto quella di avere una voce ancora più forte per affrontare questa crisi climatica.

Ecco quindi cosa facciamo in concreto in 8 punti:

  1. Non utilizziamo api ibride create dall'uomo per la produzione ma solo api locali e selezionate per la resilienza ai cambiamenti e alle malattie.
  2. Non utilizziamo la plastica. I nostri vasetti sono in vetro reciclabile e tappo in alluminio reciclabile. Le arnie dove vivono le api sono esclusivamente in legno verniciato con vernici naturali atossiche solo all'esterno.
  3. Non nutriamo le api se non in pericolo di morte. La quasi totalità degli apicoltori nutre costantemente i propri alveari per aumentare la forza delle api e permetterle di produrre di più.
  4. I nostri mieli non subiscono nessuna trasformazione. Quello che mangerai è quello che le api avrebbero prodotto per se stesse.
  5. Non spostiamo gli alveari. Perchè le api sono animali selvatici con nidi stanziali perciò in natura il "nomadismo" non esiste.
  6. Per noi la sostenibilità è una cosa seria e non è fatta di slogan pubblicitari. Per questo siamo stati soci firmatari del primo trattato scientifico "La Carta di San Michele all'Adige" che parla dell'impoverimento di biodiversità nel nostro territorio, siamo soci dell'Albo delle api Italiane [quindi le nostre api sono certificate autoctone].
  7. Siamo stati i primi docenti in italia certificati dall'albo degli assaggiatori di miele - dal 1986.
  8. Per curare gli alveari utilizziamo solo prodotti chimici ma di sintesi naturale come l'acido ossalico [presente anche nel miele e in alcune verdure] e l'acido formico [presente nelle formiche].
Perché il vostro miele è un pò più caro rispetto agli altri?

L'industria del cibo ha fatto credere che fosse possibile mangiare sano a prezzi molto bassi. Questo è possibile in tre situazioni principali:

  • Il miele che stai acquistando viene prodotto in paesi in via di sviluppo dove la manodopera viene sfruttata e/o sottopagata, acquistato da produttori o invasettatori italiani e rivenduto nel mercato locale.
  • L'apicoltore non calcola il proprio lavoro nel prezzo del prodotto e/o effettua tecniche apistiche dal basso costo e quindi dall'alto rischio ambientale.
  • L'apicoltore non reinveste gran parte dei soldi nel miglioramento del suo lavoro al fine di garantire standard qualitativi elevati.

Per questo Apis Naturae quando produce un prodotto, cerca di rispondere in modo attivo a queste due domande: il modo in cui è stato prodotto il miele rispetta in modo profondo le comunità e l'ambiente? Noi stessi, con le nostre famiglie, mangeremo il miele che produciamo?

Se la risposta è affermativa allora significa che la direzione è quella giusta.

Inoltre la nostra azienda reinveste il 10% di ogni vasetto in associazioni di tutela e rigenerazioni delle comunità e dell'ambiente.

Dove viene prodotto il vostro miele?

Il nostro miele viene tutto prodotto  nell'Appennino Tosco-Marchigiano, in zone montane.

Non acquistiamo miele da altre aziende e vendiamo solo quello della produzione annuale.

Solo miele toscano e marchigiano al 100%.

 

Quando è possibile dare il miele ai bambini?

La maggior parte dei pediatri consiglia il consumo dopo i due anni di età perchè ci potrebbe essere una remota possibilità di sviluppare la tossina del botulino all'interno dello stomaco del bambino.

Questi consigli purtroppo non sono accompagnati da nessuna evidenza scientifica o statistica ma è dettata dal principio di precauzione.

Il nostro consiglio è comunque quello di parlarne con il proprio medico di fiducia e trovare un accordo con lui.

Qual'è il miele migliore per le malattie?

Nessuno.

Il miele non è una medicina ma un alimento. Non esiste nessuna evidenza scientifica riguardo le proprietà miracolose del miele.

Esso avrà sicuramente un qualche effetto positivo [basti pensare la classica tazza di latte caldo e miele prima di coricarsi], ma solo assumendolo costantemente sarà in grado di rinforzare tutto l'organismo, compreso il sistema immunitario che potrà, quindi, rispondere meglio agli attacchi del virus dell'influenza; e se questo, per un motivo o un altro, prendesse il sopravvento, potrà essere spazzato via più facilmente da un qualsiasi rimedio terapeutico.

Quindi il miele, innanzitutto ed essenzialmente, è un alimento.

Scarica la nostra guida →

Posso scaldare il miele solido per renderlo liquido?

Ovviamente puoi acquistare dei mieli che fisicamente rimangono liquidi a lungo come acacia, castagno e melata. Oppure scaldare 1/2 minuti un miele solido a bagnomaria [o microonde] come un millefiori, un'erica o un tiglio. Questo processo lascerà il miele liquido a lungo senza rovinarlo.

Non so quale miele scegliere, qual'è il migliore?

Non esiste un miele migliore di un altro. L'unico che consigliamo vivamente è quello di millefiori perché è l'unico davvero ecosostenbile.

In questi anni stiamo modificando l'intero processo aziendale per eliminare definitivamente tutti i mieli monoflora [erica - castagno - melata - tiglio - ecc.] Perché prodotti mediante tecniche che snaturano il nostro vero lavoro: quello di semplici raccoglitori.

Meglio comprare lo zucchero o il miele?

Questa è una domanda da non fare mai ad un apicoltore perchè in evidente conflitto di interessi ;-)

Basiamoci allora sui dati scientidici per avere un quadro quanto più oggettivo possibile.

Meglio acquistare miele perché:

  • È composto di zuccheri semplici. Il glucosio viene prontamente assimilato dall'organismo e il fruttosio è più lento rilascio. Per questo è ottimo sia per gli sportivi che per le persone debilitate. 
  • Il miele è più sostenibile dal punto di vista ambientale. Nessun consumo di CO2 per produrlo, soprattutto se l'apicoltore non fa nomadismo [non sposta gli alveari].
  • Grazie alla glucosdidasi blocca lo sviluppo dei microrganismi [ottimo come antisettico per la gola].
  • Lo zucchero è un alimento industriale [estratto dalla barbabietola], il miele è 100% da estrazione naturale.

Ti consigliamo per avere una dieta sana ed equilibrata, di sentire il tuo medico di famiglia e/o il tuo/a nutrizionista.

Perché il miele solidifica?

Tuttii mieli con il tempo solidificano ma alcuni più in fretta di altri. 

Il miele, quando viene estratto dai favi, è liquido e si mantiene tale fino ai primi freddi, dopo di che, data la sua natura di soluzione sovrassatura di zuccheri, comincia a cristallizzare in una massa più o meno compatta. La velocità di cristallizzazione è regolata, oltre che da temperatura ed umidità, soprattutto dalla quantità di glucosio, che è uno zucchero molto insolubile. Se questo zucchero è poco presente, come nel caso del miele di acacia (Robinia pseudoacacia), di castagno o di melata, i mieli cristallizzano molto lentamente.

Quando in commercio si trova il miele liquido, allora, le alternative sono poche:

1. è stato estratto dai favi da poco tempo;
2. è miele di acacia, castagno o melata (ma in etichetta sarà riportato);
3. oppure è stato scaldato, forse pastorizzato.

La pastorizzazione è un trattamento tecnologico che prevede il riscaldamento del miele per alcuni minuti (6-7 minuti) ad una temperatura intorno ai 72-78 C°. Questa procedura mantiene il miele liquido più a lungo ma ha un e"etto negativo sulla qualità, da quelle sensoriali, all’inattivazione di alcune sostanze termolabili.

 

Qual'è il miele più ecosostenibile?

Il miele più ecosostenibile è quello di Millefiori. Perché per produrlo non bisogna sostituire costantemente i melari, non bisogna fare un controllo della sciamatura e soprattutto non bisogna fare spostamenti di alveari anche per centinaia di chilometri per produrre mieli monofloreali.

In ogni caso tutti i nostri mieli sono prodotti da api stanziali. Non spostiamo mai gli alveari per produrre miele.

Cosa fate in concreto per migliorare il nostro pianeta?
  1. Abbiamo creato nella Riserva Naturale dei Monti Rognosi ad Anghiari [Toscana], un centro di formazione di apicoltori sostenibili che dal 2014 ad oggi, conta più di 1000 iscrizioni di apicoltori che lavorano con un approccio più etico e sostenbile.
  2. Dal 2015 abbiamo creato la più grande convention di apicoltori sostenibili d'Italia. Il 26 Novembre 2019 ha contato più di 200 iscrizioni in una sola giornata.
  3. Nel 2018 abbiamo creato, insieme ai nostri corsisti e altri apicoltori, la prima associazione di apicoltori biologici italiana: Pronúbio.
  4. Nel 2018 abbiamo creato il Resilient Bee Project: la prima associazione italiana di tutela delle api selvatiche e definita da COLOSS [la più grande associazione al mondo id studio delle api] come uno dei progetti più promettenti al mondo.

Spedizione veloce

Prodotti con amore

Pagamenti sicuri

Clienti felici

Del gruppo Bioapi Soc. Agr. s.s.
Via Maestri del Lavoro
Sansepolcro AR
P.IVA 02174970513

© 2020 All rights reserved.
Handmade with love by Hyphae.


Privacy Policy Cookie Policy